Chi non ha sentito parlare del Black Friday e del Cyber Monday? Quasi sicuramente le percentuali di persone che ad oggi sono all’oscuro di queste due realtà rappresentano un numero particolarmente risibile. Ormai tutto il mondo conosce il Black Friday ed il Cyber Monday, due giornate votate al consumismo più sfrenato e caratterizzate da sconti ed offerte imperdibili che attraggono orde di consumatori per tutto il weekend.

Curiosi di vedere l’impatto che tali celebrazioni hanno avuto sugli utenti della Rete, con l’aiuto della piattaforma Crimson Hexagon abbiamo analizzato le conversazioni in rete nel mese di Novembre per scoprire l’impatto avuto dai due avvenimenti tanto a livello globale quanto nel nostro paese.

Cosa abbiamo scoperto?

Si nota subito come nel periodo preso in esame le conversazioni sul tema abbiano subito un incremento superiore al 7% rispetto all’anno precedente (pari a circa 2 milioni di conversazioni in più rispetto al 2017, in termini assoluti). In secondo luogo, abbiamo potuto notare come Twitter stia perdendo sempre più posizioni e stia lasciando ad Instagram il primato, dal momento che ormai rappresenta il canale più usato per rilanciare offerte, sconti e promozioni sia online che offline.

 

Le categorie di prodotto maggiormente citate a livello globale hanno riguardato i settori Tech e Fashion/Style, che la fanno da padrone. Tuttavia, abbiamo notato che il primo resiste ancora su Twitter, soprattutto grazie ai rilanci delle offerte Amazon ed Apple da parte degli account degli store o dei blog tematici. Instagram, invece, è dominato da abbigliamento, calzature ed accessori delle tipologie più svariate.

In Italia abbiamo rilevato che il peso d’Instagram è ancora superiore rispetto all’universo globale delle conversazioni ed Amazon s’è nuovamente attestato fra i player maggiori del settore.

Il dato più interessante ha riguardato la riflessione etica legata al concetto di consumismo ed anche una certa dose d’ironia ed autoironia legata ai cliché su saldi e shopping; su Twitter ha infatti riscosso un buon successo l’iniziativa della “Make Something Week” lanciata da Greenpeace Italia, volta a sensibilizzare i consumatori sul tema del recupero e del riciclo creativo. Gli utenti sono stati invitati a riunirsi per creare oggetti e beni riutilizzando materiale usato e di recupero, in modo da poter possedere qualcosa di utile senza danneggiare il pianeta anziché, al contrario, acquistare in continuazione prodotti nuovi spesso inutili e iper-imballati in materiali plastici.

Volete saperne di più? Qui potete scaricare il report completo!

La nostra analisi ti ha incuriosito e vuoi saperne di più su Web AnalyticsCrimson Hexagon e Reputazione OnlineContattaci!

Condividi l'articolo: