Cosa (e perché) hanno scritto gli italiani su Twitter nel 2016

 

Nel 2017 abbiamo inaugurato i “Quaderni di The Fool“, una collana di opere monografiche dedicate al mondo Social. Il primo approfondisce i temi ed i personaggi più importanti che hanno caratterizzato il 2016 degli italiani su Twitter.

 

Più di 238.275.000 contenuti analizzati hanno dimostrato che gli italiani s’interessano principalmente di notizie di cronaca, eventi televisivi e politica. Sono stati quindi trattati nel dettaglio aspetti legati al mondo giovanile, alla cultura digitale, alla comunicazione politica, alle Start-Up e al futuro di Twitter come piattaforma di condivisione.

 

L’e-book è stato curato dal nostro founder Matteo G. P. Flora.

 

Hanno contribuito agli insight:

 

Giuliano Ambrosio (Creative Strategist) e Stefano Chiarazzo (Communication Manager P&G Europe) che hanno curato i capitoli Twitter è uno dei mondi dei Teenager e Under 17, social TV e eventi sportivi tengono alta la bandiera di Twitter.

 

Giovanni Boccia Artieri (Presidente della Scuola di Scienze della Comunicazione dell’Università Carlo Bo di Urbino) con La disintermediazione degli italiani su Twitter: fra social TV, micro celebrità e politica.

 

Daniele Chieffi (Head of social Media Management & Digital PR di ENI) con la provocazione Twitter è morto, viva Twitter.

 

Paola Bonini (Senior Media Advisor di DOING) che si è concentrata sull’aspetto politico in Arrivo, arrivo: una parabola di governo (e comunicazione politica).

 

Davide Casalini (Cofondatore e Amministratore Delegato di RnD-lab) che ha approfondito il mondo delle Start-Up in Perché Twitter è il social network preferito dalle startup.

 

Riccardo Luna (Direttore di AGI) con il suo Il tweet dell’anno firmato dalla Croce Rossa è una vittoria anche per Twitter.

 

Scaricalo gratuitamente!