Ieri, 25 novembre, è stata la giornata internazionale contro la violenza sulle donne e qui in The Fool, dove le quote rosa arrivano al 50%, l’evento non è passato certo inosservato.

Analisi

statistiche

L’analisi Twitter è stata condotta sull’arco temporale compreso tra le ore 00:00 del 25/11/14 e le ore 10:55 del 26/11/14. In questo periodo di analisi software di Reputation Monitor™ for Twitter ha rilevato un totale complessivo di 85.930 tweet, con una attività nel minuto di picco pari a 245 tweet. Per quanto riguarda le Impression (o OTS – Opportunities to See) l’evento ha generato un totale di oltre 556.856.433 impression, calcolate moltiplicando il numero di tweet effettuati da un singolo utente per il numero dei suoi Follower.

chart (3)

Dal punto di vista dell’analisi degli utenti coinvolti attivamente nelle conversazioni, The Fool ha rilevato nell’arco del periodo di analisi un totale di 48.070 utenti unici, con una media di messaggi a utente che si colloca intorno ai 1.0 tweet per user. Il minuto in cui l’attività è stata maggiore si è riscontrato alle ore 12:39 del 25/11/2014.

Utenti

Analizzando gli utenti coinvolti possiamo rilevare come gli utenti più popolari (calcolati secondo il numero di citazioni, siano esse mention o retweet) sono risultati capitanati da @un_women, l’organo delle Nazioni Unite per la parità di genere, che trova menzione in un totale di 11.800 tweet, subito seguito dall’account ufficiale ONU @un con un totale di 5.865 tweet che lo menzionano e da @sayno_unite, sempre collegato all’ONU, con 4.021 menzioni e @empirestatebldg – sì, il grattacielo – a quota 2.285 citazioni.
Tra gli utenti più attivi nelle conversazioni, calcolati per numero di tweet inviati nella fascia temporale analizzata contenenti le parole chiave selezionate, troviamo @bernemuthien con 393 tweet effettuati, @nilimajumder con un totale di 288 tweet a cui seguono @16dayscampaign e @soniamossri rispettivamente con 274 e 193 tweet inviati.

chart (4)

Impression

Sul fronte dell’analisi della capacità dei singoli utenti Twitter di generare Impression potenziali (o OTS – Opportunities to See) troviamo in prima posizione per quantità @un con un totale di 58.035.777 Impression generate, @un_women con 50.230.037, @unicef e @refugees rispettivamente con 23.334.787 e 16.443.763 Impression.
Interessante notare come la somma delle Impression di questi primi 4 utenti assommi da sola al 26.6 dell’engagement totale.

Andando ad analizzare le “Superstar” di Twitter dal punto di vista del numero di follower posseduti, gli utenti che vantano il maggior seguito che hanno twittato all’interno della finestra presa in esame sono stati hootsuite con i suoi 6.315.221 follower, faroutakhtar con un numero pari a 4.028.626 follower, wired con 3.693.000 follower e djokernole a con i suoi 3.610.452 seguaci.

Le parole chiave e gli HashTag

L’analisi statistica delle parole (escluse quelle di utilizzo comune) più utilizzate nelle conversazioni degli utenti di Twitter durante la finestra presa in esame, notiamo come sia in prima posizione la parola “women” (citata 27.169 volte), seguita da “violence” con 24.189 citazioni, “day” a quota 16.647 e “end” utilizzata complessivamente 14.381 volte.

chart (5)
Gli hashtag più popolari e più utilizzati (contando le ripetizioni) sono stati #16days la campagna lanciata dal Women’s Global Leadership Institute (34.849 utilizzi), #orangeurhood  lanciato dalle Nazioni Unite (21.670 utilizzi), #violenceagainstwomen (16.716) e #noallaviolenzasulledonne (13.046). Infine, sul fronte degli HastTag con maggiore audience, e cioè calcolando gli utenti unici che hanno utilizzato i singoli HashTag nel periodo di analisi, nella nostra classifica i numeri variano riportando la seguente classifica: in prima posizione l’HashTag #16days (18.966 utenti unici), in seconda #orangeurhood (13.491), in terza #violenceagainstwomen (12.296) ed in quarta #noallaviolenzasulledonne (9.467).

tagcloud

E tra i tweet più popolari, dopo le istituzioni, vede protagoniste delle voci maschili come quella di Novak Djokovic:

Dei Dear Jack:

E del conduttore e DJ Stroumboulopoulos:

Condividi l'articolo: